Logo  
  Stylish icon Stylish icon  
 

 

Maschile e Femminile

I due volti dell’anima

Nelle tradizioni religiose di tutti i tempi, l’anima è vista come l’Uno che contiene al suo interno la dualità.

Ad esempio, il simbolo taoista di yin-yang e la stella a sei punte ebraica, sono entrambi composti di due immagini perfettamente speculari, volte a sottolineare il fatto che ogni unità contiene al suo interno una dualità, e che questa dualità si esprime sotto forma di gioco degli opposti.

La stella a sei punte, in quanto composta di due triangoli intrecciati, sottolinea con particolare forza il legame indissolubile che vincola le due energie, nonostante il diverso orientamento del movimento: un triangolo punta verso il basso (Terra) e l’altro verso l’alto (Cielo) .

.

.

Mentre il simbolo taoista, grazie ad una soluzione grafica particolarmente felice, sottolinea il fatto che nell’anima questi due opposti fluiscono costantemente l’uno nell’altro, senza confusione o invasione.

.

.

In modo analogo, l’energia maschile e l’energia femminile, senza impedimenti di sorta, sono come i poli contrari di una calamita: inevitabilmente si attraggono. L’uomo incarna la bellezza del movimento di definizione, la donna incarna la bellezza del movimento di relazione.

Sulla Terra la necessità che questi due aspetti entrino in relazione profonda viene resa ed oggettivata da un corpo fisico ben preciso, che ha le sue leggi, i suoi ritmi; e la grande attrazione sessuale che esiste fra uomini e donne è l’espressione più concreta della forza che lega insieme queste due energie.

Ma su tutti i piani dell’esistenza – non solo su quello fisico – l’atto creativo e la nascita del nuovo sono legati all’incontro fecondo di queste due energie, che devono però agire nel pieno del loro potere.

.

Antonio Canova

Per questo puntare gli occhi sulla relazione maschile-femminile non è che un modo molto concreto di interrogare il processo creativo legato al movimento duale, in quanto l’amore che lega uomini e donne è il simbolo dell’unità dell’anima.

In questa visione solo grazie ad un ampliamento di espressione di entrambe le energie può avvenire un intreccio vissuto come creativo, e non come invasivo.

Ma affinché avvenga questo passaggio creativo, è necessario che le profonde differenze di genere – legate a visioni interiori spirituali che non possono essere oscurate o banalizzate – siano finalmente riconosciute ed onorate, per poter incominciare a superare la visione duale oppositiva che ci ha così fortemente condizionato finora.

Ad esempio, il desiderio di definizione e di unicità, ed il desiderio di appartenenza e condivisione, sono due necessità insite in ogni essere umano, ma che spesso si presentano, nella vita concreta, come inconciliabili.

.

Auguste Rodin

Sviluppare il movimento creativo che appartiene all’anima richiede, pertanto, una duplice messa a fuoco: riconoscere le difficoltà che uomini e donne incontrano nell’espressione pulita della loro energia, ma anche la paura che li assale quando si presenta nella loro vita l’altra energia, che inizialmente sembra sempre portarli fuori binario.

.

 
Stylish icon   Stylish icon

Websites designed and created By segnaleinterrotto.it